IceLand Lab' - Livello 3Livello 3

Due settimane nel cuore di una delle isole più favolose del pianeta, un vero e proprio libro di geologia a cielo aperto! Visualizzare dettagli

IceLand Lab' - Livello 3Livello 3

Due settimane nel cuore di una delle isole più favolose del pianeta, un vero e proprio libro di geologia a cielo aperto! Visualizzare dettagli

Ghiacciai e Vulcani - Livello 3 – Inglese – 15 giorni – Islanda
Dei soggiorni di vacanza che cambiano il mondo !
Delle avventure fuori dal comune, dei progetti reali per uno sviluppo duraturo

Introduzione

Se desideri partire per un soggiorno linguistico, ma vorresti anche fare un fantastico viaggio scientifico, ecco il “Science Camp” che fa per te! 15 giorni nel cuore di una delle isole più favolose del pianeta, un vero e proprio libro di geologia a cielo aperto!
Questo soggiorno ti offrirà un progetto di giornalismo scientifico da condurre in inglese sul tema dei ghiacciai, delle rocce, del vulcanismo, dell’acqua e del cambiamento climatico, il tutto in un posto meraviglioso!

Il soggiorno

In questo soggiorno, sarai portato a scoprire e poi a mettere in pratica in inglese le tecniche di giornalismo scientifico sul campo, attraverso il ruolo di intermediario nei sondaggi presso gli abitanti locali, nei reportage fotografici, nei brevi video e nella redazione di articoli, con l’obiettivo di far avanzare la ricerca scientifica in materia di clima e ghiacciai islandesi. In questo modo, parteciperai all’evoluzione delle soluzioni a favore dello sviluppo sostenibile riguardo la gestione del cambiamento climatico nel pianeta!

L’Islanda merita di essere visitata, per tutto quello che già si sa quando si sogna di andarci, ma anche per altre sue particolarità. Lo sapevi che qui le stazioni di servizio dispongono della tecnologia a idrogeno, cosa piuttosto rara e unica se si pensa al Canada o alla Francia, alla Svizzera o agli Stati Uniti, di gran lunga più indietro?

Tutte le attività scientifiche e giornalistiche del soggiorno saranno svolte in inglese. Il soggiorno includerà anche molte attività ludiche e di relax, che, invece, potranno essere svolte sia in inglese che in francese. Tutti gli incontri e le interviste, i confronti con gli abitanti e i professionisti dell’isola, le inchieste e le conferenze fatte dai giovani alla fine del loro soggiorno agli altri visitatori saranno svolti in inglese. Il Diario di Bordo redatto dai partecipanti, accessibile su internet, è scritto in francese nelle parti destinate ai genitori e agli amici delle famiglie, e in inglese nei riassunti scientifici e giornalistici.

Organizzazione del tuo spostamento

Per i più giovani, è possibile viaggiare accompagnati in tutte le principali città del mondo (Roma, Ginevra, Tokyo, Montreal…). Per poter approfittare di questo sistema, seguite le indicazioni seguenti; per partecipare a questo soggiorno, bisogna recarsi all’aeroporto di Reykjavik. Se arrivi dal Québec, consigliamo vivamente di partire dall’aeroporto di Montreal. Se vivi in Europa, consigliamo di partire da Parigi, Ginevra o, meglio ancora, da Londra. Per tutte le altre regioni del mondo, l’ideale sarebbe scegliere dei voli gestiti da una compagnia americana. In ogni caso, si prega di contattare l’équipe del Centro Europa che organizza questo soggiorno, al fine di scegliere il giusto orario di volo.

© OSI : Julien Beaugheon/Celine Giroir

Organizzazione sul posto

Il viaggio sarà affrontato sia per tappe con il bus islandese, sia per tappe di cammino giornaliere sul campo, con un/a educatore/rice ogni 5 partecipanti. Nello stesso tempo, il bus per il trasporto collettivo permetterà di spostare da un posto all’altro, senza sforzi, il materiale previsto per la spedizione (zaino, tende e oggetti scientifici come il termometro, i computer, i binocoli, le macchine fotografiche…), gli effetti personali di ogni partecipante (indumenti, macchine fotografiche…) e gli alimenti (provviste e prodotti freschi).

Il bus islandese è un mezzo di spostamento affidabile, grazie ai limiti di velocità, e capace di adattarsi sui terreni da campeggio nel momento delle fermate. Sarà il nostro mezzo di spostamento privilegiato. Potremo anche utilizzare un veicolo 4x4 per accedere ai sentieri del centro dell’isola, in particolare nella riserva di Fjallabak.

Va notato che il brutto tempo è piuttosto comune in Islanda: pioggia, vento, temperatura fresca, e a volte nebbia. Conviene, dunque, equipaggiarsi di conseguenza e rispettare la lista di indumenti che vi è stata data, e… tenere alto il morale malgrado i capricci meteorologici!

La spedizione

La spedizione sarà svolta nella regione meridionale dell’Islanda. Numerose escursioni a piedi saranno organizzate al fine di completare la nostra spedizione sul giornalismo scientifico.

Che si tratti di scoprire i paesaggi lunari di Reykjavik o di utilizzare le piscine comunali geotermali (Reykjavik e Vik), ogni attività extra sportiva o culturale sarà messa al servizio del progetto di giornalismo scientifico dei partecipanti.

Potrete scoprire e godere delle zone geotermali, particolarità dell’Islanda, alcune delle quali offrono la possibilità di fare il bagno nella natura, nelle fonti di acqua calda!

© OSI : Julien Beaugheon/Celine Giroir

Saranno anche organizzati tre giorni di campeggio consecutivi nella riserva di Fjallabak, a Landmannalaugar, dedicati a delle escursioni di un’intera o mezza giornata (per tutti i livelli).

Il nostro itinerario ci porterà al Parco Nazionale di Skaftafell e nella cittadina di Vik, per scoprire bellezze geologiche come i Basalti Colonnari, le scogliere e gli splendidi e impressionanti ghiacciai.

Al ritorno dalla spedizione sul posto (campeggio), tu e i tuoi amici potrete trasmettere il frutto dei vostri sondaggi giornalistici in inglese grazie alla videoproiezione del centro giovanile di Reykjavik, dove si incontrano tantissime nazionalità diverse!
Se vorrete, la vostra missione sarà quella di condurre sul campo un’ indagine di giornalismo scientifico sul tema dei ghiacciai, delle rocce, del vulcanismo, dell’acqua e del cambiamento climatico, contribuendo così all’avanzamento del Programma di Ricerca e di Educazione alle Scienze GEOCLIM.

Una volta arrivati a destinazione, ripartirete divisi in varie squadre di ricercatori, e ognuna di queste selezionerà un tema di indagine il più caldo possibile, d’obbligo la geotermica! Ogni squadra avrà 10 giorni interi, all’interno dei 15 giorni del soggiorno, per concludere ed esporre l’indagine in inglese.

© OSI : Celine Giroir

Questo soggiorno fa parte di un sistema creato dall’associazione Objectif Sciences International, al fine di sviluppare le competenze di futuri professionisti come voi nel campo del giornalismo scientifico.

Secondo l’approccio delle vostre squadre, dovrete porre delle domande a partire dalle osservazioni sui fenomeni naturali osservati durante le escursioni, sviluppando ulteriormente i concetti.
Dovrete trascrivere le tue scoperte in modo personale sotto forma di giornale di viaggio cartaceo che potrai poi conservare per ricordo, e trovare poco a poco il modo più adatto per esporre tutte queste informazioni, che sia un articolo, un’analisi, un servizio via video o radio, o qualsiasi altro documento che permetta di comprendere l’oggetto del tuo reportage.

Gli educatori e le educatrici, geologi-idrologi o giornalisti scientifici, saranno presenti per spiegare i meccanismi naturali più significativi oppure per accompagnare le squadre in modo equo nella realizzazione delle loro indagini. La maniera di scrivere e di ritrasmettere le scoperte e le osservazioni sarà sviluppata di giorno in giorno sotto forma di raggruppamenti e interventi, anche questi in inglese.

L’Islanda

L’Islanda è una terra di fuoco e ghiaccio, un promontorio della Dorsale Medio Atlantica che si sposta a una velocità media di 2 cm all’anno ed è situata su due placche tettoniche differenti: la placca europea a est e la placca americana a ovest.

L’Islanda corrisponde a un quinto della superficie della Francia e possiede il più grande ghiacciaio d’Europa, il Vatnajökull, grande quanto la Corsica. L’esistenza di cinque tipi di vulcanismi, come anche del vulcanismo subglaciale, dona un’atmosfera e paesaggi unici, che costituiscono un’eccezione geologica.

© OSI : Celine Giroir/Julien Beaugheon


© OSI : Celine Giroir/Julien Beaugheon

I parchi naturali sono ben conservati e costituiscono delle sistemazioni affinché il turismo estivo non distrugga il suolo fragile di questa Terra. Lo sfruttamento della geotermica come energia per il riscaldamento e la produzione di energia elettrica conferiscono all’Islanda un’autonomia energetica pressoché completa. Alcuni prototipi di veicoli alimentati a idrogeno circolano già sulle strade islandesi.

Una fauna ornitologica fuori dal comune coesiste con pecore, renne, cavalli islandesi, volpi artiche e foche. Alcune nidiate di pulcinella di mare potranno essere viste sulle scogliere della cittadina di Vik.

Concetto imparato sul soggiorno

Energie rinnovabili – Sensori – Composizione chimica - Conservazione energetica – Cristalli – Ciclo dell’acqua – Dinamica dei fluidi – Frattali – Industrializzazione – Luce – Magmatologia – Magnetismo – Fiumi – Termodinamica – Vulcanologia

Il Materiale Utilizzato

Carte geologiche - Programma di calcolo scientifico – Magnetometro - Martello da geologo – Materiale di laboratorio – Computer – Strumenti di misurazione – Fotografia digitale – Spettrofotometro – Telescopi ottici – Video digitale – Videoproiettore

Foto / Video

I nostri sponsor

Vedi anche